30 aprile 2008

Inno dei Mondiali di Ciclismo 2008


Grazie. Grazie Memo Remigi e Alberto Testa per questo scempio simil-samba, che ha ha affossato la mia già labile stima verso tutta la faccenda.

29 aprile 2008

Il lavoro nobilita l'uomo


Resonconto della mia prima giornata di lavoro da Game 7:
- svariate nozioni imparate (e ancora ne mancano);
- arrivati 4 bancali, contententi le nuove grucce della Game 7 Athletics: pesantissimi;
- cominciata la sostituzione delle vecchie grucce con le nuove, a partire da quelle dei pantaloni: pinze durissime che distruggono le mani;
- constatato di avere solo ragazze come colleghe, fatta eccezione per il mio capo;
- scoperto che il mio capo va via entro la fine della settimana e verrà quindi sostituito;
- assistito alla scena seguente: una coppia, un uomo e una donna sui 50-60, passa 1 ora di orologio a disquisire su una maglietta della Nike da regalare al figlio/nipote per il compleanno e mi usa come modello, facendomi vestire e rivestire più volte, intanto che il mio capo cercava di spiegargli una volta per tutte che eventualmente poteva solo cambiargli la merce, non ridargli indietro i soldi (alla fine hanno preso 2 magliette uguali, una S e una M);
- passata la Fabi in negozio (borsetta approvata);
- scoperto che la vice è una vicina di casa di Rikishi.

22 aprile 2008

Santanchè by Paola Cortellesi

Una tra le migliori imitazioni - ma sarebbe meglio dire parodie - di un personaggio politico che si siano mai viste. Complimenti alla sempre grande Cortellesi.


Questa è l'intervista doppia Prestigiacomo-Santanchè, sempre da Parla con Me.

21 aprile 2008

Pubblicità Progresso

Dalla puntata di Parla con Me del 12 febbraio 2008.

20 aprile 2008

L'Italia vista dagli USA: libertà di stampa

Odio (14)


Age-shifting, assessment, asset allocation, back office, benchmark, brainstoming, brand awareness, business plan, buyer, capital gain, charts, claim, clearing house, competitor, consumer, convention, customizzazione, cutting edge, delivery, equity, fee, first mover, full immersion, futures, know-how, growth, human resources, location, manager, market timing, meeting, mission, outsourcing, players, policy, showroom, stage, start-up, stock picking, switch, target, top management, trend, turnover, vision...

Odio il marketing.

18 aprile 2008

Pale Blue Dot

Un brano tratto da "Pale Blue Dot: A Vision of the Human Future in Space", del grande Carl Sagan.

17 aprile 2008

2 anni di blog!


Non sembra, ma è una bella fatica.

16 aprile 2008

14 aprile 2008

E' morto LG, viva LG!


Il mio LG G8000 si è spento oggi alle 10.29, dopo che gli ho staccato la spina (letteralmente, dato che negli ultimi mesi la batteria non durava neanche 24 ore). Se mai lo riaccenderò, sarà solo per tentare di battere il record di tiro al piattello: grazie ad un bug del gioco, mancando il 6° o il 7° piattello ma colpendo tutti gli altri, si potevano totalizzare 6400 punti; mi era ripromesso di superare questo punteggio giocando normalmente, ovvero beccando tutti i piattelli e smitragliando a sangue l'uccello che appare alla fine e che dà 20 punti a colpo, ma non l'ho mai fatto. Addio LG G8000, non mi mancherai per niente.

Il nuovo arrivato è il Nokia 6110 Navigator: il mio primo Nokia, dato che negli anni ho avuto un infame Siemens, un buon Samsung e l'infame LG. Cellulare, fotocamera, MP3, radio, Symbian S60 3rd edition, alloggiamento per schede MicroSD (una da 512MB era già inclusa) e, dulcis in fundo, navigatore satellitare (nella confezione c'è anche il caricabatterie da auto). Il tutto pagato 299€ su MisterPrice, spese di spedizione incluse.

11 aprile 2008

Di Pietro, Berlusconi e i media italiani


Nelle scorse settimane Di Pietro è stato continuamente attaccato da Berlusconi e compagni, ai quali fa orrore. Fa talmente orrore che contro di lui si è scatenata una vera e propria campagna diffamatoria, da parte dei giornali e delle televisioni in mano a Berlusconi (e non solo, dato che dal servilissimo Vespa ha dichiarato che Di Pietro si è comprato la laurea).

Fa orrore perché vuole che sia applicata la sentenza del 31 gennaio 2008 della Corte Europea di Giustizia, che
dichiara illegittime le leggi italiane sulle radio televisioni, consentendo a Rete4 di trasmettere abusivamente sulle frequenze analogiche che spettano (dal '97) ad Europa7.
Emma Bonino ha dichiarato che la sentenza non ha carattere di urgenza; si è però dimenticata di dire che, se entro la fine del 2008 Rete4 non va sul satellite, l'Italia - ovvero i cittadini - dovrà pagare una multa, reatroattiva dal luglio 2006, di circa 300-400mila Euro al giorno (
per un totale compreso tra 328,5 e 438 milioni di Euro): altro che TV senza canone.
Nel frattempo Dell'Utri, l'amichetto di Berlusconi, vuole riabilitare Vittorio Mangano: "E' un eroe!" esclama parlando dello stalliere di Arcore, un mafioso condannato per l'omicidio di 2 persone; non contento, dichiara anche: "
I libri di storia, ancora oggi condizionati dalla retorica della Resistenza, saranno revisionati, se dovessimo vincere le elezioni. Questo è un tema del quale ci occuperemo con particolare attenzione".

Di Pietro non fa orrore, ma fa comunque paura anche alla sinistra. Dal PD alla Sinistra Arcobaleno, nessuno pensa che sia una buona idea affidargli il Ministero della Giustizia: non si sa mai che volesse mandare a casa i parlamentari condannati, o che lasciasse lavorare i magistrati quando c'è qualche politico indagato.
L'Italia dei Valori ha inserito nelle proprie liste solo persone con la fedina penale pulita. E' l'unico partito a non avere neanche un condannato tra le proprie file (vedi immagine a inizio post, tratta da Repubblica di oggi).

Se la coalizione PD-IDV vincerà le elezioni, sarò sollevato, ma non festeggerò. Festeggerò solamente quando vedrò Di Pietro come Ministro della Giustizia.

06 aprile 2008

Saturday Night Fever


Ieri sera sento Pippo su MSN, gli chiedo se aveva voglia di andare al bowling; mi risponde che lui e lo Ste stanno per andare a prendere un pizza e mi dice di andare lì più tardi. Così cazzeggio un po', mi vesto e parto.

Quando arrivo, oltre al solito Sam che mi sbava le scarpe e tenta di ingropparmi, mi trovo al cospetto di due individui appesantiti dalla pizza e fatti come cammelli. Con la macchina dello Ste facciamo un salto al bowling, ovviamente non per giocare a bowling, ma a biliardo: peccato che tutti i tavoli sono occupati; allora ci prendiamo 3 Desperados e andiamo fuori. Intanto che sbevazziamo Pippo se ne esce: "Perché non saliamo in macchina e ce ne andiamo in giro con le birre fuori dal finestrino? Con la musica gangsta a palla", "Sì, così ci ferma un pattuglia", "Me lo immagino lo Ste: gli chiedono i documenti, lui fa finta di niente e alza il volume", "Ho giusto BOOYAKA BOOYAKA di Ali-G". Dopo diverse risate isteriche per aver immaginato un simile scenario, ci incamminiamo verso l'auto; nel frettempo Pippo è talmente dilaniato che non riesce a finire la birra, la offre allo Ste, che responsabilmente rifiuta: dopotutto lui deve guidare, e che cazzo! Infatti intanto che guida si mette a scegliere le canzoni sull'MP3: "Guardami la strada, Pippo", "Sì" e gli gira il volante, "Che cazzo fai, lascia stare il volante, ti ho detto di guardare la strada", "Sì, ma cazzo, stavi sbandando, pirla!"...

Si arriva al 99...ah no, ho saltato un pezzo: per 20 minuti si gira a vuoto in cerca di un parcheggio, con Pippo fiducioso che consiglia male lo Ste, il quale vaga fino al Politeama, vede un buco troppo tardi, fa il giro dell'isolato, arriva quando ormai gli hanno ciulato il posto e alla fine trova parcheggio all'Impero, dove una famigliola con bambino stupefatto cede il posto a tre esaltati ed esasperati (e comunque, Ste, secondo me facevi prima a piazzarla in cima alla viuzza laterale, ma te hai voluto ascoltare Pippo...).
99: Salvo con la chioma rasata, Fighez in piedi dalle 6, ubriaco di ritorno dal salone dei vini a Verona e incravattato (ma perché?). Allo Ste vengono i sensi di colpa perché non caga la Fra, e difatti cede e va a salutarla. Si va a prendere da bere e arrivano Guido e la Fabi (borsetta approvata stavolta), che non si vedevano da un po'. Lo Ste si becca 4 pugni a sorpresa nello stomaco, dopodiché ci dirigiamo dal kebabbaro, liberandoci così della scomoda compagnia del Martins; perdiamo gente strada facendo come sempre, mangiamo e al ritorno ci dividiamo e si tenta lo scherzone: l'appostamento dietro un angolo per saltare addosso agli altri, però, fallisce miseramente, dato che sono già passati e ci stanno aspettando, guardandoci come si guardano 4 imbecilli.
Di nuovo al 99, lo Ste insiste per un'altra birra: "Dai! Poi non ci sono per 2 settimane!"; 2 mezze per me e lui (Bob, l'amico che non guida), un quartino per Pippo (che poi fa bere quasi interamente agli altri). Arriva Arturo, che viene accolto a mazzate dall'altra gente di Biumo. Sono ormai le 2 passate e decidiamo di andare a casa: salutiamo gente varia, incrociamo Joe e saliamo in macchina, io con ancora la birra da finire in mano.

Il tragitto è breve, ma lungo abbastanza per mettere in evidenza le condizioni psico-fisiche dello Ste: molto brutte (anche se si è visto di peggio). Appena partiti, per motivi ancora sconosciuti, la macchina davanti a noi si mette a fare i dossi in obliquo: lo Ste non esita a imitarla. Poi parte con la sua solita scarica di clacson, chiaro sintomo di squilibrio mentale. Infine, quando siamo ormai arrivati, si ferma per osservare il Tribeca: "E' più avanti Ste", "Ah"; riparte, si riferma, commenta "E' aperto" (ma era chiuso), riparte di nuovo e infila la traversa sbagliata. Non l'avesse mai fatto.
Insulti, risate, fari dietro di noi: "Dai che c'è pure una macchina che ci segue", "Cazzo, è una pattuglia...". Da dove cazzo era spuntata? Soprattutto: da quanto tempo osservava questi 3 rincoglioniti? Domande che non avranno mai risposta. "Documenti prego", dà un'occhiata all'interno, "Aspettate pure in macchina". Ci ridanno i documenti e raggiungiamo finalmente il 110 di via Brunico. Tiro fuori la mia birra e finisco di berla: "E tu che cazzo ci fai con quella birra?", "Me l'ero portata dietro, prima l'ho messa sotto il tuo sedile", "Ma sei un pirla!", "Tanto la stavo bevendo io, mica rompevano il cazzo a te" e lì siamo scoppiati a ridere, perché abbiamo realizzato che la serata è finita più o meno come avevamo predetto (anche se mancava la musica gangsta). Pippo: "Tra l'altro io guarda cosa avevo in tasca" e tira fuori una scatoletta; al che lo Ste commenta "Eh già, pensa se ci avesse fatto una perquisa seria «Controlliamo le tasche», trac:«Aaah, ma guarda sti poveri stronzi»". E giù a ridere di nuovo.
Poi saluti e lo Ste che mi raccomanda di scrivere della assurda serata sul blog: ora sei contento?

04 aprile 2008

8x1000

Ogni anno, grazie all'8x1000, la Chiesa Cattolica intasca un miliardo di euro.
Quanti di questi soldi finiscono in opere di bene? Al massimo il 20%; il resto viene usato per gli stipendi dei sacerdoti, per nuovi edifici di culto, per beni culturali ecclesiastici ecc. (vedi Wikipedia).

Il 35% dei cittandini italiani, compilando la dichiarazione dei redditi, sceglie di dare l'8x1000 alla Chiesa Cattolica. A quest'ultima, però, invece del 35% dei fondi, di fatto arriva l'87%; la ripartizione delle scelte inespresse, infatti, viene fatta sulla base di chi esprime una scelta sulla dichiarazione dei redditi: ovviamente la maggior parte dei contribuenti sceglie la Chiesa Cattolica, che si becca quasi tutti i fondi.

Questo breve video spiega bene la situazione.



P.S.
Scegliete di dare l'8x1000 alla Chiesa Valdese: il 100% della cifra finirà in opere di bene (vedi Wikipedia).

02 aprile 2008

Elezioni 2008


Siete ancora indecisi su chi votare alle prossime elezioni? Non avete la minima voglia di leggervi i programmi dei vari partiti? Accorre in vostro aiuto voisietequi.it, dove potete fare un test di 25 domande per scoprire la vostra collocazione politica.
Come si vede dall'immagine, io sono molto vicino all'Italia dei Valori (alle elezioni di 2 anni fa risultavo vicino ai Radicali ancor più che al partito di Di Pietro).

Su openpolis.it potete invece seguire le posizioni e le dichiarazioni di tutti i politici italiani, dai comuni fin su al Parlamento Europeo.

In ogni caso prendetevela comoda: proprio oggi è uscita la notizia di un possibile posticipo delle elezioni; causa di tutto è la DC, che intende inserire la propria lista solo ora, ma pretende altre 2 settimane di campagna elettorale.

Aggiornamento
Un lato positivo nell'eventuale rinvio delle elezioni c'è: il suicidio di Ferrara.

V2-Day


Il 25 aprile ci sarà in tutta Italia un secondo V-Day, questa volta per una libera informazione in libero Stato.

Ai banchetti si potrà firmare per chiedere 3 semplici cose:
- abolizione ai finanziamenti pubblici all'editoria;
- abolizione dell'ordine dei giornalisti;
- abolizione della legge Gasparri.

Per saperne di più, cliccate i link qua sopra e scaricate qui il volantino.

Free Tibet (2)


Cliccando sull'immagine qua sotto (la metterò anche tra i link del blog) potete inserire la vostra e-mail e mandare al segretario dell'ONU il messaggio "Free Tibet. Stop to the China Olympic Games".

Free Tibet

Questo è invece un servizio delle Iene, con un intervista ad un monaco tibetano tenuto 33 anni nelle carceri cinesi.